Biorivitalizzazione senza aghi

“chi bella vuole apparire, niente deve soffrire”

Tra gli elementi che, a volte, frenano il desiderio di vedersi più freschi e in ordine utilizzando le tecniche proposte dalla moderna medicina estetica, c’è sicuramente la paura degli aghi. Spesso non si tratta di paura di sentire male, ma proprio fobia dell’ago in sè, con la conseguente rinuncia ad effettuare qualsivoglia tipo di trattamento medico estetico che preveda l’uso di tecniche iniettive intradermiche o subdermiche. Ma esiste una siringa senza ago?

NATURALMENTE NO! Ma oggi è possibile eliminare questo problema mediante l’uso di PEEL TOUCH

Siringa senza ago? Arriva la biorivitalizzazione per chi ha paura degli aghi!

Trattamento anti-aging a base di Acido Tricloroacetico (TCA) che viene utilizzato per schiarire le macchie di origine melaninica e combatte in modo significativo i segni forti dell’invecchiamento, migliorando colorito e la texture cutanea.

VEDI I DETTAGLI DI PEEL TOUCH

Bene o male l’estate lascia sempre i suoi segni, soprattutto su viso, collo e decolté. Cute inspessita, qualche rughetta in più, pelle meno elastica, collo un po’ più rilassato, codice a barre più pronunciato. Possiamo rivitalizzare e ringiovanire il viso e il collo con un nuovo tipo di peeling biostimolante. Per chi non vuole ricorrere alla biorivitalizzazione con gli aghi, è stato messo a punto un particolare tipo di peeling che ha proprio il compito di ringiovanire la pelle. Questo peeling agisce in profondità nel derma, ringiovanendo il tessuto.

E’ composto da acido tricloroacetico, un acido schiarente sulle macchie ma anche fortemente biostimolante (molto potente), + Acido Cogico al 5%.

E’ un’ottima stimolazione della pelle dopo l’estate, per risanare i danni da sole. Questo nuovo peeling stimola i fibroblasti, le cellule che producono collagene ed elastina rendendo la cute più giovanile ed elastica. Inoltre schiarisce le macchie più leggere che si sono formate con i raggi UVA.

La biorivitalizzazione dei tessuti è una metodica affermata in Medicina Estetica ed in particolare quella iniettiva con infiltrazioni di acido ialuronico, aminoacidi e vitamine. Rimane sempre valida, e può anche associarsi a questo peeling, ricordando che non tutti sopportano l’ago e che questo a volte può può lasciare per qualche giorno piccoli segnetti.

Ecco, allora, che la nostra ricerca si è orientata nella direzione di trovare un prodotto che non richiedesse l’uso dell‘ago, ma comunque fosse in grado di dare buoni risultati nel ringiovanimento di tessuti.

Nasce, così, PEEL TOUCH un dispositivo medico non iniettabile, un mix di Acido Tricloraacetico al 35% + Acido Cogico al 5%.

Il TCA  ha una doppia funzione: esfoliante e stimolante sui fibroblasti perché producano collagene ed elastina.

Con il suo impiego, quindi, avremo una leggerissima esfoliazione superficiale, che darà maggiore luminosità alla pelle, mentre eserciterà una stimolazione molto potente nel derma più profondo.

La tecnica di applicazione è particolarmente piacevole per chi vi si sottopone: al posto delle temute “punturine” il medico STENDE il prodotto con un leggero massaggio in modo uniforme e con passaggi unidirezionali sull’area da trattare.

Finalmente, forse non sarà più così vero il detto che dice “chi bella vuole apparire, un poco deve soffrire”!
Icona Fenicottero Bioformula

Sei un medico e vuoi vedere contenuti esclusivi?

Richiedi le credenziali per accedere all’area riservata

La tua email (richiesto)

Dichiaro di accettare l'informativa sulla Privacy

Ci impegniamo a non divulgare a nessuno la tua email, odiamo lo spam quanto te!

Vuoi ottenere un importante rinnovamento cellulare del volto?

Bioformula ha messo a punto delle soluzioni cosmetiche sotto forma di peeling per un innovativo concetto di biorivitalizzazione del viso: il meccanismo che sta alla base di ogni peeling è quello di indurre un danno cutaneo controllato, provocando la rigenerazione parziale o totale dell’epidermide e inducendo il rimodellamento del collagene.

Solo con una corretta e approfondita anamnesi e la scelta del prodotto più adeguato si verifica realmente un miglioramento delle imperfezioni della cute che vanno dalle lesioni attiniche, alle rughe, alle discromie e cicatrici.

Bioformula, con la partnership dei laboratori I.R.A. Istituto Ricerche Applicate, è riuscita a concepire dei prodotti validi, efficaci, sicuri per differenti tipi di problematiche.

Peeling chimici

Il peeling chimico consiste nell’applicazione cutanea di un acido, ad esempio glicolico, salicilico o altri, al fine di promuovere il rinnovamento cutaneo e l’eliminazione di vari inestetismi. Vi sono molti acidi diversi da utilizzare per le diverse necessità cliniche.

COME FUNZIONA?

Il peeling agisce attraverso l’azione di vari meccanismi:

  • Stimola la rigenerazione (turnover) cellulare accelerandone il ricambio che, nella fase di invecchiamento cutaneo, è rallentato.
  • Stimola indirettamente i fibroblasti dermici a sintetizzare elastina e collagene.
  • Promuove un’azione antibatterica diretta.
  • Ha azione seboregolatrice.

INDICAZIONI

i peeling chimici possono essere utilizzati a livello del viso, collo, decolletté, schiena e mani per:

  • Migliorare la texture e la luminosità della cute
  • Ridurre le piccole rughe
  • Migliorare le cicatrici da acne o trattare l’acne in fase attiva
  • Migliorare le iperpigmentazioni sia su base solare che da farmaci o dopo gravidanza come il melasma
  • Migliorare la cute seborroica riducendo il diametro dei pori e la secrezione di sebo

 COME VIENE ESEGUITO IL PEELING CHIMICO?

Il peeling chimico deve essere eseguito solo da personale medico in ambulatorio previa valutazione accurata del tipo di cute e della problematica che essa presenta. Solo dopo la diagnosi si procede a scegliere il tipo di acido più indicato per il caso particolare. In primo luogo viene applicata una sostanza “pre peeling” allo scopo di rimuovere eventuali impurità dalla cute ed uniformare l’assorbimento del peeling. Successivamente si procede all’applicazione del peeling vero e proprio, con l’ausilio di un pennello oppure con un dito di guanto, per le preparazioni più viscose. Il peeling viene lasciato agire sulla cute per alcuni minuti. A fine trattamento si applica un gel o una crema lenitiva.

POST TRATTAMENTO

Durante l’applicazione del peeling il paziente avverte moderato bruciore e la cute presenta un variabile grado di eritema (rossore). Nei giorni successivi si presenterà eritema ed esfoliazione per un tempo variabile a seconda dell’aggressività del trattamento. Durante questo periodo è fondamentale idratare la cute con i prodotti prescritti dal medico e fotoprotezione solare con schermi fisici 50 +.

Il risultato estetico sul viso è visibile già dalla prima seduta, ma per un risultato reale avremo bisogno di ripetere le sedute ogni 10-15 giorni per 4-5 volte. Poi sarà sufficiente una seduta mensile per un buon mantenimento nel tempo dei risultati. La sensazione di bruciore si attenua nei 5-10 minuti successivi al trattamento grazie a delle compresse fredde che possono essere applicate (non neutralizzano l’azione del TCA) sull’area trattata; E’ importante usare a casa creme specifiche prescritte dal medico e quotidianamente una protezione solare 50, anche se il trattamento si fa in autunno o in inverno.

GUARDA TUTTE LE CARATTERISTICHE DI PEEL TOUCH

LE NOSTRE LINEE DI PRODOTTO

SCOPRI ORA
Soluzioni iniettabili
SCOPRI ORA
Soluzioni sterili
SCOPRI ORA
Soluzioni peeling
SCOPRI ORA
Soluzioni pronte all’uso per macchinari medico-estetici
SCOPRI ORA
  Soluzioni dermocosmetiche
SCOPRI ORA
Soluzioni biostimolanti con  FILI PDO

vedi subito il catalogo prodotti

CLICCA QUI

Per acquistare i nostri prodotti accedi alla tua area riservata
oppure registrati allo shop

Utenti già registrati

ACCESSO GIÀ UTENTI

Nuovo Utente Privato

REGISTRAZIONE PRIVATO

Nuovo Utente Medico

ACCREDITAMENTO MEDICO

Rimani sempre aggiornato su prodotti e notizie.

Una newsletter per informarti su nuovi prodotti, eventi, articoli e molto altro