Acne, cicatrici, peel touch

L’acne è una comune malattia della pelle che si manifesta con una serie di eruzioni cutanee dette brufoli. I brufoli si formano quando i follicoli piliferi sottocutanei si occludono; compaiono principalmente su viso, collo, schiena, torace e spalle. Chiunque può avere lesioni acneiche, anche se sono più frequenti tra gli adolescenti e nei giovani adulti (colpisce circa l’80% dei soggetti di età compresa tra gli 11 e i 30 anni, in particolar modo nelle donne di età compresa tra i 14-17 e gli uomini fra 16-19).
Non è una malattia grave, ma può causare cicatrici.

Le cause esatte dell’acne non sono note. Probabilmente, entrano in gioco variazioni ormonali, come quelle della pubertà e della gravidanza, ma di fatto le cause del disturbo sono all’origine di tanti miti: vengono spesso accusati cioccolato e cibi grassi, anche se esistono poche evidenze che gli alimenti abbiano effetti sull’acne della maggior parte delle persone.
Altro mito diffuso è che sia la sporcizia della pelle a provocare l’acne; in realtà, punti neri e brufoli non nascono dalla cattiva igiene.
Lo stress non causa l’acne, anche se la può far peggiorare.
Se affetti da acne:

  1. Pulire la pelle delicatamente.
  2. Cercare di non toccare la pelle.
  3. Evitare il sole.
  4. Il trattamento dell’acne include farmaci e creme.

Si ricorda infine che schiacciare i brufoli non solo è controproducente per l’evoluzione dello stesso, ma aumenta il rischio di causare cicatrici permanenti.

By |2018-11-06T05:25:42+00:00febbraio 12th, 2018|Acne e cicatrici, Consigli sulla salute|